All for one

Un amore profondo e sincero lega Pellegrino a Pantelleria, la Perla Nera del Mediterraneo. Un’isola dalla bellezza ruvida e autentica, vero scrigno dell’agrobiodiversità. Nel 2016 un terribile incendio è divampato proprio qui, distruggendo gran parte della flora di Montagna Grande, Monte Gibele e Serra della Ghirlanda, e la famiglia Pellegrino non ha esitato ad avviare prontamente un progetto a sostegno del territorio, che vogliamo ricordare perché il suo esito ci dà sempre grande conforto.

Insieme per Pantelleria è il nome del progetto avviato da Pellegrino, in collaborazione con la Riserva Naturale Orientata Isola di Pantelleria e l’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea. L’iniziativa, che ha coinvolto ristoranti, enoteche e wine bar di tutta Italia, ha visto il mondo del vino di qualità stringersi intorno all’isola. Da Udine a Napoli, da Como a Palermo, l’Italia intera ha deciso di soccorrere Pantelleria creando delle occasioni di convivialità che hanno sottolineato la voglia di ricostruire ciò che era andato distrutto senza perdere però l’entusiasmo.

Parte del ricavato delle vendite di ogni bottiglia dei vini Pellegrino da uva zibibbo coltivata sull’isola è stata destinata all’acquisto di attrezzature per la realizzazione di un vivaio, inaugurato il 10 ottobre 2016. Qui, nei pressi del laghetto artificiale di Montagna Grande, sono state riprodotte le specie autoctone a rischio estinzione, come il pino marittimo e il corbezzolo, reimpiantate successivamente nei boschi devastati dal fuoco. All’inaugurazione, culminata con la collocazione nelle fitocelle dei primi semi, hanno partecipato tutti i bambini delle scuole locali, supportati dagli agronomi a compiere questo gesto, simbolo di rifioritura dell’Isola.

Sapere che nel momento del bisogno, tutta l’Italia sia pronta a muoversi a supporto della nostra amata Terra, ci fa pensare che questo amore sia un sentimento diffuso, capace di unirci in maniera indissolubile e farci prendere per mano, nonostante le distanze e le diversità che ci caratterizzano. Non credete anche voi?

questo modo si fa sempre più tangibile l’obiettivo di riportare il verde a Pantelleria.